TOP

F.A.Q. Piscina e Coronavirus

Cerchiamo di rispondere alle domande che ci fate più spesso, sulla gestione delle normative anti-Covid19 all’interno dell’impianto:

CHE RISCHIO CORRO A FREQUENTARE LA PISCINA?

Appennino Blu sta mettendo in atto tutte le misure precauzionali previste dal Decreto Ministeriale fin dal giorno di inaugurazione, sia per regolare il distanziamento interpersonale, sia come dispositivi di protezione individuale per i dipendenti. Il nostro staff igienizza regolarmente le postazioni e gli attrezzi di vasca con prodotti adeguati, mentre l’impresa di pulizie si occupa della regolare sanificazione degli ambienti, oltre alla loro pulizia quotidiana.

CHE RISCHIO CORRE IL MIO BAMBINO?

I bambini vengono seguiti all’interno degli spogliatoi da personale addetto, che oltre ad aiutare i piccoli nel cambio e nell’ingresso ai corsi, vigila e controlla sull’uso corretto degli spogliatoi e sul distanziamento sociale.

COME MI DEVO COMPORTARE CON L’USO DELLA MASCHERINA?

La mascherina va indossata in ogni luogo dell’impianto, dall’ingresso al bordo vasca. E’ consentito toglierla solamente sotto la doccia e in funzione dell’ingresso in acqua. La mascherina va indossata correttamente per coprire naso e bocca, anche negli spogliatoi.

COSA SUCCEDE SE IL MINISTERO DECIDE DI CHIUDERE LA PISCINA?

In caso di chiusura dell’impianto, tutti gli abbonamenti verranno congelati fino a riapertura. Inoltre, daremo un ulteriore margine di tempo per poter usufruire dell’abbonamento sospeso causa Covid19.

SONO IN QUARANTENA: PERDO LE LEZIONI?

Al termine del periodo di quarantena è necessario presentare in segreteria il certificato medico che attesta la guarigione e il certificato Ausl che prescrive la quarantena sanitaria. Non perderai il corrispettivo delle lezioni perse.

COSA STATE FACENDO PER EVITARE GLI ASSEMBRAMENTI NEGLI SPOGLIATOI?

Abbiamo montato nuovi armadietti nella zona vasca per permettere a tutti di posizionare correttamente gli indumenti e le borse con il cambio. Puoi usare gli armadietti in vasca e poi usufruire dello spogliatoio. Inoltre, abbiamo attivato l’ingresso con badge fino a 15 minuti prima dell’inizio dell’attività, per permettere l’accesso maggiormente scaglionato agli spogliatoi.

COSA STATE FACENDO PER EVITARE ASSEMBRAMENTI IN VASCA?

Abbiamo creato nuovi percorsi di entrata e uscita dagli spogliatoi alle vasche. In impianto sono presenti cartelli e segnali indicatori per seguire agevolmente i percorsi, nel dubbio, chiedi all’assistente bagnanti!

C’E’ QUALCOSA CHE POSSO FARE?

Certo! Tutti devono collaborare per una minore diffusione del virus. Ecco cosa chiediamo di fare all’interno dell’impianto:

  • osserva i cartelli e utilizza i percorsi tracciati.
  • evita assembramenti nei punti di sosta in vasca.
  • usa sempre la mascherina e igienizza le mani prima di entrare in impianto.
  • evita di sostare negli spogliatoi più del necessario. E’ consigliato evitare di fare la doccia dopo le 16.30.
  • lascia tutti gli indumenti dentro alla borsa all’interno dell’armadietto.
  • lascia le scarpe all’interno di un sacchetto fuori dagli spogliatoi nelle apposite scarpiere.
  • rispetta il regolamento dell’impianto.

DOCCIA IN PISCINA! perchè è obbligatorio farla prima di entrare in acqua?

Fare la doccia prima di entrare in acqua è una regola fondamentale di ogni piscina. Oggi più che mai è importantissimo farla saponata, in osservanza delle regole anti-covid.

Questa sana abitudine ha un’importanza più grande di quello che puoi immaginare e deve essere sempre osservata scrupolosamente: infatti aiuta a proteggere la salute dei bagnanti e a mantenere alta la qualità dell’acqua, eliminando tutte quelle sostanze che si trovano sulla nostra pelle e che possono risultare dannose.

Ma ci siamo mai soffermati a capire il perchè?

EVITA I TRAUMI DA BASSA TEMPERATURA

Farsi una doccia prima dell’ingresso tempra il corpo, abbassando la temperatura cutanea, evitando così “l’effetto sofferenza” che si ha quando si entra, preparando il nostro corpo ad una temperatura più bassa, l’impatto non sarà più traumatico, perché ci siamo avvicinati ai 27 / 29 c°  dell’acqua in vasca.

GERMI ADDIO!

Ogni essere umano è un potenziale veicolo di microrganismi patogeni (virus, batteri, funghi e protozoi) che possono essere presenti non solo all’interno dell’organismo ma anche nella sporcizia che si annida sulla pelle.

Gli impianti natatori seguono rigidi standard sanitari, che prevedono l’utilizzo di agenti o sistemi disinfettanti come il cloro e i raggi ultravioletti, ma se si entrasse in acqua il più possibile puliti l’azione decontaminante risulterebbe maggiormente efficace.

Passare sotto la doccia permette anche di sciacquare le ciabatte, evitando di portare sul piano vasca, la sporcizia raccolta negli spogliatoi, che è molto pericolosa per la comparsa di funghi ed infezioni cutanee.

In questo delicato momento in cui l’attenzione all’igiene è più importante che mai, è indispensabile fare una doccia saponata prima di entrare in acqua.

MANTENIAMO L’ACQUA ENTRO I CORRETTI PARAMETRI QUALITATIVI

Tutti sanno che l’acqua delle piscine è trattata con il cloro. Quello che forse non sai è che il cloro può reagire con le sostanze organiche e artificiali presenti sulla pelle e dare origine a composti nocivi. Pertanto, un fattore molto importante per un ambiente più igienico in piscina è il livello di cloro nell’acqua, che serve per disinfettare e proteggere da batteri e infezioni.

Ad esempio la combinazione tra cloro e azoto forma le clorammine, composti irritanti che possono causare infiammazioni alle vie respiratorie, agli occhi e alla pelle stessa. L’azoto si trova in gran quantità nell’urina, quindi non fare pipì in vasca ha una rilevanza chimica oltre che igienica. Comunque non è escluso che il cloro possa reagire con elementi presenti non solo nella sporcizia ma anche nei saponi, nelle creme e nei cosmetici in genere.

Inoltre la formazione di clorammine abbassa la concentrazione di cloro nell’acqua, limitandone di conseguenza il potere disinfettante.

ACQUA SEMPRE LIMPIDA!!

Sporcizia, creme, deodoranti, saponi e cosmetici hanno anche un effetto meccanico, ovvero intorbidiscono l’acqua diminuendo l’efficacia dei sistemi di filtraggio. Inutile dire che tuffarsi nell’acqua limpida è molto più gradevole, oltre che più sicuro igienicamente!

…CUFFIA E CIABATTE INVECE?

Le cuffie da nuoto e le ciabatte sono accessori utilissimi oltre che obbligatori.

Indossare una cuffia evita che capelli e forfora finiscano in acqua. Le ciabatte, che devono essere adibite all’uso esclusivo in piscina, evitano di trasportare negli impianti natatori i microrganismi patogeni (cosa inevitabile se si usassero normali scarpe da esterno o ciabatte da casa) e proteggono il piede dal rischio di micosi e verruche. Sempre per questo motivo prima di arrivare a bordo vasca bisogna disinfettare piedi e ciabatte nelle apposite vaschette o tramite rubinetti a spruzzo.

Usare le ciabatte inoltre evita scivoloni sul pavimento bagnato!

Speriamo che tu abbia capito che fare la doccia prima di entrare in vasca non è un obbligo superfluo, ma è un vero e proprio segno di rispetto verso sé stessi e gli altri bagnanti!